Il concetto di energia sottile è noto da tempi immemorabili, di fatto, in tutte le Tradizioni ed in tutte le Medicine Tradizionali. Come non ricordare il concetto di qi (energia vitale) delle Medicine tradizionali cinesi; e poi come non menzionare il prana dell’Induismo, il mana dei Polinesiani; il maban degli australiani aborigeni; il ka dell’antica religione egiziana; il daimon degli antichi greci; il seid della mitologia nordica; il kami degli shintoisti; l’etere o la quintessenza degli alchimisti e, infine, il concetto stesso di numen quale forza divina, quale potenza indeterminata, dei Romani, almeno nella loro fase più arcaica.

La scienza medica oggi riconosce, nel corpo, l’esistenza di un campo elettromagnetico generato dall’attività delle onde cerebrali, dagli impulsi nervosi e dai diversi organi vitali all'interno del corpo. Recentemente, un gruppo di scienziati sovietici dell’A.S. Popov’s Bioinformatic Institute ha scoperto che gli organismi viventi emettono vibrazioni di energia ad una frequenza che varia dai trecento ai duemila nanometri (nms). Tale energia è stata battezzata bio-campo o bioplasma.

Il bio-campo o sistema energetico è una struttura complessa che compenetra e circonda il corpo fisico ed è sempre in trasformazione/movimento; esso è la “memoria” che istruisce il corpo fisico, i suoi organi e i suoi sistemi e, allo stesso tempo, " guida" le emozioni e i pensieri.

La struttura semicristallina delle cellule memorizza infatti bioinformazioni sottili (biofotoni) che il corpo energetico “ricorda” e usa per ricostruire continuamente struttura, funzioni ed attività di tessuti ed organi, ripristinando così la corretta omeostasi.

Il sistema energetico è dunque l’insieme delle bioinformazioni necessarie alle trasformazioni chimiche essenziali all’organismo per sviluppare e trasformare la vita.

Il termine biofotoni indica l'emissione di energia da parte dei tessuti viventi: ogni cellula emette segnali specifici, caratteristici di quella individuale e del tessuto di cui fa parte, proprio come un uomo possiede una voce particolare, con un accento e una lingua particolare. Le cellule comunicano fra loro al pari degli esseri umani; il nostro corpo é costituito da miliardi di esseri viventi cellulari che comunicano fra loro, per organizzare la casa comune dell'organismo umano; questi microscopici esseri viventi possiedono un linguaggio che consente loro di organizzarsi e di costituire gli organi e gli apparati, che rendono possibile la vita fisica e mentale.

La malattia appare sempre di più come un’interruzione (operata da batteri, virus, funghi, parassiti, sostanze inquinanti o tossiche, che nel loro complesso vengono chiamate "tossine") delle linee di comunicazione cellulari all'interno dell'organismo; bisogna notare che tali comunicazioni possiedono la velocità della luce, consentendo un coordinamento praticamente istantaneo fra le varie parti dell'organismo. Le tossine, interrompendo le linee di comunicazione, impediscono lo scambio di informazioni del tutto o in parte; ciò conduce dapprima ad un'alterazione elettrica della cellula (ogni cellula del corpo possiede un potenziale di membrana attorno ai 90 mV) che si può rilevare con i metodi di bioelettronica. Successivamente si produce un'alterazione chimica, che si può rivelare con l'esame del sangue e delle urine e infine compaiono i sintomi della malattia.

Grazie a queste ricerche si sta sempre più diffondendo la tesi che le malattie nascono in virtù di alterazioni nelle bioinformazioni sottili che producono disequilibri omeostatici che fanno fatica a regolarizzarsi; le malattie si manifestano, infatti, dapprima come squilibrio del sistema energetico (bioinformazione errata alla struttura, alle funzioni o all’attività di tessuti e organi) e solo successivamente lo squilibrio colpisce chimicamente l’omeostasi producendo effetti nocivi nel corpo fisico, come sintomo.

Sistemi energetici - Chakra e Meridiani

La maggior parte degli individui continua a sottovalutare l'importanza di un trattamento di riequilibrio energetico, perché l'energia non si vede e pertanto sembra non esistere. In realtà, è fondamentale occuparsi del proprio sistema energetico semplicemente perché è il motore, l’informazione guida, che mantiene in equilibrio vitale il corpo fisico. Un corpo con energia vitale congesta è destinato a deperimento, uno privo di energia vitale è un cadavere destinato alla decomposizione!

Un sistema energetico in una fase di squilibrio produce bioinformazioni alterate. I nostri pensieri e le nostre emozioni divengono disarmoniche e questo genera uno stato di malessere che riproduce ulteriormente bioinformazioni errate che alla lunga creano alterazioni chimiche nell’organismo determinando uno disturbo funzionale nell’omeostasi. Questo disturbo, se perpetuato, porta poi alla comparsa di sintomi che introducono patologie.

Un trattamento di riequilibrio energetico lavora quindi sulla correzione delle bioinformazioni e sulla ridistribuzione dell'energia nel nostro corpo e aiuta il nostro intero sistema mente-corpo a funzionare bene. Favorisce lo "scioglimento" degli eccessi di energia in alcune parti del corpo e approvvigiona invece quelle che risultano carenti.

Da questa trasformazione ne traggono giovamento tutti i processi chimici dell’organismo e quindi pensieri, emozioni e funzioni di organi e apparati.

Spesso i sintomi derivanti da stress come ansia, panico, tensione muscolare, dolori cervicali o lombari, insonnia e disturbi digestivi non sono altro che alterazioni del sistema energetico dell’individuo.

Un’educazione alla respirazione corretta, le tecniche meditative, gli esercizi per la Salute o i trattamenti corporei come lo Shiatsu, agiscono in modo molto efficace sul corretto funzionamento del sistema energetico e delle bioinformazioni che lo determinano. Una seduta delle tecniche citate, sblocca energia vitale a disposizione del nostro corpo-mente per provvedere al ripristino e riequilibrio delle bioinformazioni necessarie a sistema nervoso, organi e apparati. Il regolare flusso di questa energia vitale determina immediatamente un aumento della vitalità, il sistema immunitario si fortifica, si rilassa il sistema nervoso e migliorano progressivamente i fastidi o sintomi del corpo-mente fino alla loro scomparsa.

Grazie all’equilibrio omeostatico ritrovato verrà perciò rafforzata non solo la salute, ma soprattutto la vitalità, il tono e l’umore!

Gli strumenti da me utilizzati hanno come finalità il riequilibrio energetico del corpo-mente per una progressiva “trasformazione” di sintomi fisici o emozionali.

A voi la scelta!